MIMÌ – IN ARTE MIA MARTINI

Data - venerdì 24/01/2020
Orario - 21:00
Luogo - Nuovo Teatro Comunale – Gradisca d’Isonzo (GO)


venerdì 24 gennaio 2020
Prima Regionale > ore 21

MIMÌ
IN ARTE MIA MARTINI

di Melania Giglio
regia Daniele Salvo

con MELANIA GIGLIO, MAMO ADONÀ, SEBASTIAN GIMELLI MOROSINI

assistente alla regia Alessandro Guerra
scene Fabiana Di Marco
costumi Daniele Gelsi
trucco Francesco Biagetti
foto Sebastian Gimelli Morosini
elaborazione grafica Mario Toccafondi
amministrazione Teresa Rizzo
organizzazione Maria Laura Rondanini

produzione Cardellino srl
debutto @ Teatro OFF di Roma, 06 novembre 2018

durata: 90 minuti circa, atto unico

LO SPIRITO TORMENTATO DI MIA MARTINI RIVIVE PER UNA SERA SUL PALCO. PER RIASCOLTARE LE SUE CANZONI PIÙ BELLE.

Lo spettacolo si propone ambiziosamente di portare a termine un compito molto speciale: richiamare in terra lo spirito tormentato di Mia Martini.
È un’anima che non ha mai avuto pace nel suo breve passaggio in terra.
Mimì è una donna che troppo ha sofferto, che troppo ha pagato l’enorme talento che le è stato donato. Ma ora, con l’aiuto di due figure luminose e amiche, due guardiani, forse due angeli che la evocheranno davanti ai nostri occhi, Mimì sarà finalmente capace di ripercorre tutta la propria vita e di pacificarsi con tutto e con tutti, attraverso il fascino senza fine delle sue magnifiche canzoni. Farà pace con la sua amata ed imperfetta famiglia (ma quale famiglia non lo è?), con tutti gli amici amati e poi persi di vista, con quelli che dicevano portasse sfortuna, con quelli che l’hanno sfruttata per guadagnare due soldi in più, con quelli che le hanno annientato la
carriera.Farà pace anche con quelli che hanno risollevato le sue sorti, con quelli che hanno scritto per lei le più belle canzoni d’Italia.

Farà pace soprattutto con se stessa. Col suo talento e con la sua voce d’amianto, croce e delizia, che tutti am avano e che tutti invidiavano. Ci guarderà negli occhi ancora, come faceva sempre, canterà per noi e ci spaccherà di nuovo il cuore. Perchè questo era Mimì: era un suono che non si poteva più dimenticare.

Lo spettacolo è impreziosito dalle voci di Melani a Giglio, straordinaria cantante ed attrice e di Mamo Adonà, raro esempio di come una voce femminile possa risiedere nel corpo di un uomo, unico cantante lirico italiano ad essere uomo con impostazione vocale da soprano e di Sebastian Morosini (secondo Ang elo) ambigua voce e presenza androgina.
Tutte le canzoni sono eseguite dal vivo.

…le canzoni:
Piccolo Uomo
Minuetto
E non finisce mica il cielo
Almeno tu nell’Universo
Donna
La nevicata del ’56
La Donna Cannone
Gli uomini non cambiano
La costruzione di un amore
Mimì Sarà

Prossimi eventi

  • Non ci sono eventi in questa categoria