OTELLO

Data - martedì 02/04/2019
Orario - 21:00
Luogo - Teatro Comunale di Cormòns


SiparioDANZA

martedì 02 aprile 2019, ore 21
Prima Regionale

Luciano Carratoni
presenta

BALLETTO DI ROMA

direzione artistica Francesca Magnini

OTELLO

musiche Antonin Dvořák
coreografia e scene FABRIZIO MONTEVERDE

VINCENZO CARPINO > Otello
ROBERTA DE SIMONE > Desdemona

assistente alla coreografia Anna Manes
costumi Santi Rinciari
realizzati da Sartoria Tailor’s& Co. di Spatafora Angela Liana
lighting design Emanuele De Maria

durata: 75 minuti circa, più intervallo

Un porto di mare, coacervo di diversità umane, dove tutte le pulsioni sono possibili.

Fabrizio Monteverde riallestisce per la compagnia del Balletto di Roma l’Otello su musiche di Antonin Dvořák. In questa versione, il coreografo rivisita il testo shakespeariano lavorando sugli snodi psicologici che determinano la dinamica dell’ambiguo e complesso intreccio tra i protagonisti Otello, Desdemona e Cassio. In questo triangolo (mai equilatero) di rapporti, i tre vertici risultano costantemente intercambiabili, grazie sì agli intrighi di Iago, ma ancor più alle varie maschere del “non detto” con cui la Ragione combatte – spesso a sua stessa insaputa, ancor più spesso con consapevoli menzogne – il Sentimento. L’ambientazione costante in un moderno porto di mare (un dichiarato omaggio agli sgargianti fotogrammi fassbinderiani di Querelle de Brest), chiarisce e amplia l’intuizione di base: se Otello è – come è sempre stato – un
“diverso”, un outsider, non tanto per il colore della pelle quanto per il suo essere “straniero”, abituato ad “altre regole del gioco”, è anche vero che la banchina di un porto è una sorta di “zona franca”, un limbo in cui si arriva o si attende di partire, un coacervo di diversità in cui tutte le pulsioni vengono pacificamente accettate come naturali e necessarie proprio per il semplice fatto che lì, nel continuo brulicare del ricambio umano, lo straniero, il diverso o il barbaro smettono di esistere.
La stessa forte presenza del mare suggerisce i segreti, gli ininterrotti moti delle passioni con la loro tempestosa ingovernabilità, gli slittamenti progressivi e inevitabili nei territori proibiti del Piacere, della Gelosia e del Delitto.

Nell’immaginario comune la figura di Otello è legata alla gelosia, all’apogeo di questo sentimento, a quel tipo di gelosia che può terminare esclusivamente nella tragedia. Nella tragedia di Shakespeare e nella coreografia di Monteverde è il personaggio di Iago ad insinuare il dubbio fatale del tradimento di Desdemona nei confronti del Moro e ad architettare la trama che condurrà quest’ultimo al folle atto finale. Monteverde trasporta in danza quello che fino a quel momento solo le parole erano riuscite a comunicare: scava nella psicologia dei personaggi shakespeariani e fa dirigere l’azione, oltre che al sentimento principale della gelosia, alle peculiarità singole che ricava da quegli stessi personaggi.

Prossimi eventi

CARMEN
CARMEN
giovedì 14/02/2019
INDACO - RBR Dance Company
INDACO - RBR Dance Company
sabato 02/03/2019
SUGGESTIONI 2019
SUGGESTIONI 2019
sabato 23/03/2019 - domenica 24/03/2019
OTELLO
OTELLO
martedì 02/04/2019
BELLANDA SUITE 2019
BELLANDA SUITE 2019
sabato 25/05/2019 - domenica 26/05/2019